Ovodonazione

Ovodonazione

Nei casi in cui la paziente non dovesse produrre ovociti di qualità, ciò che normalmente è noto come insufficienza ovarica, o sia carente a causa di una menopausa precoce, si può ricorrere alla donazione di ovociti. In questo caso si seleziona una donatrice con le caratteristiche fisiche più simili ed il gruppo sanguigno della paziente.

Mentre la donatrice si sottopone alla stimolazione ovarica ed al successivo “pick-up” degli ovociti, alla paziente ricevente vengono somministrati estrogeni per via orale o attraverso cerotti per preparare l’endometrio a ricevere gli embrioni.

Lo stesso giorno del “pick-up” della donatrice, gli ovociti ottenuti vengono iniettati col seme del compagno e gli embrioni così ottenuti vengono lasciati in coltura per cinque giorni in laboratorio. Trascorso questo tempo si selezionano gli embrioni evolutivi ormai giunti allo stadio di blastocisti che verranno trasferiti, generalmente in numero di uno o due, nella paziente ricevente.

Il resto degli embrioni ottenuti viene congelato il giorno stesso per un possibile futuro trattamento. L’ovodonazione con ovociti da donatrice è, in questo momento, la tecnica di Riproduzione Assistita con il più alto tasso di successo, superando in molti casi il 50% di gravidanza.

Modulo di contatto







Messaggio *

Ho letto e accetto le politica sulla riservatezza.

NON DESIDERO ricevere informazioni commerciali



.