Studio della fertilità

Studio della fertilità

In FIV Milano studiamo la fertilità delle coppie che rincorrono il sogno di essere genitori ma che pensano di avere difficoltà nel concepire.

Percorso clinico

Gli accertamenti di base si effettuano su quelle coppie apparentemente fertili che, dopo un’attenta analisi della storia clinica, non presentino patologie o condizioni sospette o accertate come causa di infertilità o sterilità.

Nella donna lo studio include una valutazione ecografica all’inizio del ciclo mestruale per valutare la quantità di follicoli esistenti in entrambe le ovaie e la morfologia dell’utero per escludere patologie come miomi o polipi.

In alcuni casi è necessario implementare l’ecografia con una isteroscopia diagnostica. Si tratta di una procedura mininvasiva che può essere effettuata nello studio medico e che ci permette di valutare la cavità interna dell’utero (endometrio) e prelevare campioni di tessuto endometriale da analizzare per escludere condizioni patologiche che possano impedire l’impianto dell’embrione. Contestualmente si esegue anche un esame del sangue per valutare la funzione ovarica.

Nell’ uomo lo studio include uno spermiogramma per valutare la mobilità, la morfologia e il numero di spermatozoi. Per questo esame il soggetto deve osservare un periodo da 3 a 5 giorni di astinenza sessuale, raccogliere le il campione mediante masturbazione e osservare le condizioni di sterilità che gli saranno indicate.

Studi di fertilità


Indagini ginecologiche+

Valutazione della riserva ovarica

Il termine “riserva ovarica” descrive il potenziale funzionamento delle ovaie cioè la capacità dell’ovaio di produrre ovociti di qualità sufficiente per poter raggiungere una gravidanza in evoluzione. Fra tutte le prove a cui una paziente deve sottoporsi prima di realizzare un trattamento di riproduzione assistita, quella della riserva ovarica (RO) è senza dubbio una delle più attendibili.

È importante sapere che la valutazione della RO non è un test per sapere se la paziente ovula oppure no, ma per fornire dati molto affidabili sulla “qualità” degli ovociti, e questo ci permetterà di orientare la paziente verso il trattamento più adeguato a raggiungere una gravidanza.

Uno dei parametri più importanti per la valutazione della RO è l’età, considerando che esiste una relazione inversamente proporzionale fra l’età della paziente e la quantità e la qualità dei suoi ovociti. Per questo motivo gli specialisti nella riproduzione assistita sistematicamente realizzano questa prova a pazienti sterili con età maggiore di 35 anni.

Esistono vari parametri clinici, ecografici ed analitici per valutare la RO.

Studio andrologico+

Il fattore maschile

Avere uno spermiogramma normale nei parametri di quantità, morfologia e mobilità degli spermatozoi non garantisce che il l’uomo sia fertile.

Ci sono casi in cui il patrimonio genetico (DNA) dello spermatozoo è alterato; questo può causare errori nella fecondazione o generare embrioni non idonei. Questa condizione è nota come frammentazione del DNA e si misura in percentuale di spermatozoi affetti. Maggiore sarà il risultato e peggiore sarà capacità riproduttiva del soggetto.

Lo studio della frammentazione si effettua nel laboratorio di andrologia con i campioni di seme applicando una tecnica specifica nota come studio della dispersione della cromatina spermatica. Nei casi in cui il risultato sia patologico, si potrà somministrare una terapia con farmaci antiossidanti. Nei pazienti che non rispondano al trattamento è raccomandabile, per trattamenti di PMA, ottenere gli spermatozoi direttamente dal testicolo attraverso un prelievo-aspirazione, considerando che una percentuale elevata della frammentazione si verifica durante la produzione dell’eiaculato.

Lo spermatozoo, come l’ovocita, apporta all’embrione la metà dei 46 cromosomi che contengono tutto il patrimonio dell’individuo. Il processo cellulare nel quale si genera questa carica genetica nello spermatozoo si chiama meiosi. Si pensa che le alterazioni della meiosi siano presenti già alla nascita e quindi non esiste alcun trattamento per poterle correggere.

La diagnosi delle anomalie della meiosi si realizza mediante una minima biopsia testicolare che si effettua ambulatorialmente in anestesia locale.

Studio psicologico+

Studio Psicologico

Ansia, frustrazione e grande aspettativa nel raggiungere il sogno della gravidanza sono i sintomi più frequenti nelle persone che ricorrono ad una clinica di riproduzione assistita. La difficoltà al momento di concepire un figlio è una situazione inaspettata che può implicare una moltitudine di reazioni, ognuna delle quali genererà necessità differenti. È per questo che, fin dal primo momento, è fondamentale, una valutazione psicologica che ci permetta di essere consapevoli della situazione emozionale.

Mediante le diverse tecniche di valutazione possiamo ottenere una visione chiara tanto dello stato emotivo iniziale quanto delle risorse personali e sociali di entrambi i membri della coppia, aspetti che risultano primordiali nella programmazione dell’intervento e/o appoggio psicologico appropriato ad ogni singolo caso. Si tratta di avere un primo contatto e di creare un ambiente accogliente, sicuro e affidabile, nel quale il punto principale sia riuscire a realizzare uno spazio dove poter esprimere le proprie emozioni, inquietudini, sviluppare strategie per risolvere e affrontare qualsiasi tipo di dubbio.

Quindi per tutta la durata del processo si può contare su un appoggio e un’assistenza costante.

Modulo di contatto







Messaggio *

Ho letto e accetto le politica sulla riservatezza.

NON DESIDERO ricevere informazioni commerciali



.